Velocizzare le code in aeroporto

A causa dei controlli sempre più stringenti, il primo impatto con gli USA, appena sbarcati dall’aereo e giunti alla coda per sbrigare le formalità relative all’Immigration, può essere decisamente frustrante: quando si è già stanchi per il viaggio, la presenza di tantissime persone in fila davanti a noi e la lentezza con cui queste vengono smaltite dagli impiegati, può mettere a dura prova la nostra pazienza.

Chi è cittadino statunitense o un LPR (lawful permanent resident, in pratica coloro che hanno in mano una ‘green card’) può ridurre i disagi sborsando $85 e iscrivendosi al programma Pre-check della TSA (valido 5 anni).

E per i turisti? Ecco come fare.

Il primo sistema, è iscriversi al programma Global Entry, che purtroppo è accessibile solo a chi ha la cittadinanza dei seguenti paesi: Argentina, India, Colombia, Regno Unito, Germania, Panama, Singapore, Corea del Sud, Svizzera, Taiwan e Messico. E’ valido 5 anni e costa $100.

Il Global Entry prevede una pre-approvazione basata su controlli accurati che comprendono anche un colloquio da effettuare prima della partenza e permette ai viaggiatori a basso rischio di espletare rapidamente i controlli per l’ingresso negli Stati Uniti utilizzando dei chioschi automatici presenti in alcuni selezionati aeroporti.

Il secondo sistema, fortunatamente accessibile a tutti, italiani compresi, è denominato Mobile Passport Control e funziona tramite un’app per smartphone, che potete scaricare dal Google Play Store o dall’Apple App Store, a seconda che abbiate rispettivamente uno smartphone con sistema operativo Android o iOS.

Sfortunatamente non è rapido come il Global Entry, ma è pur sempre un risparmio di tempo, e perlomeno è gratuito. E’ disponibile, per il momento, solo in 24 aeroporti, che però comprendono tutti i principali aeroporti internazionali, tra i quali -con ogni probabilità- ci sarà anche quello dove atterrerà il nostro volo.

Una volta installata e lanciata l’app, si potrà creare un profilo che includerà le informazioni riguardanti il passaporto e i dati personali (nome, sesso, data di nascita, nazionalità, ecc.). All’arrivo del volo negli USA, sarà necessario completare la sezione “New Trip” inserendo l’aeroporto di arrivo e la compagnia aerea utilizzata, scattando un selfie e rispondendo ad alcune domande (quelle che vi verrebbero fatte direttamente dall’agente dell’Immigration una volta arrivati allo sportello). Una volta inviate le informazioni tramite l’app (è possibile farlo anche in modo “cumulativo” se a viaggiare è una famiglia), essa rilascerà una ricevuta elettronica con un codice QR e a quel punto il viaggiatore non dovrà far altro che cercare gli sportelli dedicati al Mobile Passport Control e mostrare il proprio passaporto e il codice QR ricevuto dall’app per completare l’ispezione e ottenere l’ingresso negli Stati Uniti.

 


Se state organizzando un viaggio negli USA, non esitate a servirvi di tutta l'esperienza che noi di Americhiamo vi mettiamo a disposizione, sotto forma di consulenza gratuita, personalizzata e senza obblighi di alcun genere (leggete qui per saperne di più su come funziona). Non esitate quindi a contattarci per qualsiasi dubbio, domanda o richiesta, così come per richiedere la nostra consulenza gratuita e personalizzata!



Condividi:

I commenti sono chiusi